584 views

Edizione straordinaria CORONAVIRUS.

Sharing is caring!

Da ieri sera non esiste più una zona rossa ma esiste un Italia “Protetta”.

C’è gente spaventata e non deve esserlo,
C’è gente che ci ride su e non deve farlo,
C’è gente che dice la sua dicendo che è una semplice influenza e anche questo non va bene.

Essere spaventati non serve, non aiuta a stare uniti ma crea panico.
Chi ci ride su è gente stupida che non ha capito la situazione.
Per quanto riguarda il Virus, certo potrebbe essere un influenza ma molti devono andare in ospedale, alcuni in camera intensiva e altri per patologie già esistenti al camposanto.
Perché per un attimo non iniziamo a muoverci tutti insieme ascoltando quello che ci viene chiesto?
Ci costa un sacrificio cambiare le nostre abitudini ma è sempre meglio che stare male.
Ora il problema sono gli ospedali troppo pieni, i medici che stanno diventando pochi. E per causa di pochi posti ci si potrebbe ritrovare a dovere scegliere frà vita di uno e la morte di un altro.
L’Italia deve iniziare a dimostrare di essere unita e di avere una coscienza…. E soprattutto spiegare a chi non sta alle regole che farlo è per il bene di tutti.

Allego l’articolo del gazzettino

clicca Qui

Pubblicità:
.

.
.

.
Pubblicità:
.

.
.

.
Pubblicità:
.

.
.

.
Pubblicità:
.

.
.

.
Pubblicità:
.

.
.

.
Pubblicità:
.

.
.

.
Pubblicità:
.

.
.

.
Pubblicità:
.

.
.

.
Pubblicità:
.

.
.

.
Pubblicità:
.

.
.

.

2 Risposte

  1. La Comunicazione ha detto:

    Come al solito, basterebbe essere chiari e semplici. Forse basterebbe dire che il corona virus sembra si comporti come una normale influenza, solamente che diffondendosi molto più rapidamente, ed ammalandosi contemporaneamente molte più persone deboli, gli ospedali e la sanità non riescono a fornire il necessario supporto. C’è il bisogno di aiutarci a non diffondere così rapidamente il virus, altrimenti si finirebbe con condannare a morte tutte quelle persone deboli impossibile da assistere.

  2. Mariella ha detto:

    Spero veramente che questa sia la realtà delle cose e non quella che vogliono farci credere. Comunque sono sicura che passerà poco tempo perché la vera versione delle cose inizierà a mostrare il suo vero volto, e se si tratta di reale pericolosità del virus e tutto questo viene attuato a scopo protettivo, ben venga, altrimenti… auguroni a tutti noi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

\