2.120 views

Coronavirus nel Lodigiano. Quarantena, panico e fatalismo.

6 Risposte

  1. Monica ha detto:

    Sì, si sono già visti i comportamenti ansiosi e dall’altra parte quelli incuranti. La cosa giusta è adottare precauzioni igieniche e quando è possibile evitare la folla. Sembrano norme che sono valide sempre.

  2. Piddu ha detto:

    Andate s dirlo s chi è andato al cimitero

    • Cristina Berti ha detto:

      Ti posso dare ragione ma bisogna saper osservare anche oltre e capire il perchè… e ti aggiungo il vero perchè

  3. Pietro Ferrero ha detto:

    Ogni volta che un virus ci colpisce, soprattutto se mortale, andiamo nel panico e ci rendiamo conto di quanto siamo fragili!
    Qualcuno si dà importanza, si crede invincibile, però basta un allarme di questo tipo per sperimentare, subito, che siamo come una foglia dimenata dal vento qua e là!!!
    Perchè non pensiamo di più alla nostra fragilità?

    • Roberta Rebella ha detto:

      si, sono d’accordo Pietro, riconoscere la propria fragilità sarebbe già un bel passo verso una presa di coscienza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

\