372 views

BUONE FESTE A TUTTI….Forse!!

Sharing is caring!

https://youtu.be/RolzJLteYIc

Ci sono delle cose che vorrei dirti, cose che sarebbe bene non sottovalutare assolutamente perchè ne va dell’esistenza del pianeta e di tutti i suoi esseri viventi. Sei religioso? Apri la tua mente e rifletti su questo articolo e i suoi link. Non lo sei? Fai la stessa cosa. Religioso o no, questo Pianeta è la tua casa, e non basteranno quattro mura a proteggerti. Buona lettura e, soprattutto, buona riflessione!Oggi vorrei raccontarti di come gli allevamenti intensivi non siano solo il nemico numero uno degli animali, ma anche il nemico numero uno del nostro meraviglioso Pianeta.


Se vorrai approfondire l’argomento,in questo articolo troverai del materiale molto interessante.

Emissioni di gas ad effetto serra

l 50% circa delle emissioni di gas serra è riconducibile agli allevamenti intensivi e ad attività ad essi correlate.

 Per rendere l’idea, l’intero settore dei trasporti, ossia la somma di tutti i veicoli su strada, di tutti gli aerei, le navi ed i treni che si muovono sulla Terra, è responsabile solo del 13% di queste emissioni.

Fra tutti i gas ad effetto serra, l’ossido nitroso è fra i più letali: è, ad esempio, 296 volte più dannoso per la nostra atmosfera rispetto alla CO2.

Il 65% delle emissioni di ossido nitroso è riconducibile al settore degli allevamenti intensivi.

Consumo di carne e salute del pianeta

Deforestazione

Ogni secondo perdiamo tra i 4000 e gli 8000 m² di foresta pluviale. Vuol dire che mediamente, OGNI SECONDO, perdiamo almeno un campo da calcio di queste foreste.

Indovina chi è il maggior responsabile di questo disastro ecologico? Esatto, gli allevamenti intensivi.
Agli allevamenti, sia intensivi che estensivi, è imputabile il 91% della deforestazione della Foresta Amazzonica.

Facendo un rapido calcolo, non è difficile capire come sia necessario fare qualcosa al più presto , perché fra poche decine di anni, potremmo ritrovarci senza i polmoni verdi del nostro pianeta.

Estinzione delle specie

A causa della deforestazione causata dagli allevamenti intensivi, sul nostro pianeta si estinguono 110 specie di animali ogni giorno.

Ma la situazione non è certo migliore se analizziamo quello che sta succedendo nei nostri mari.
Negli ultimi 60 anni abbiamo pescato il 90% del pesce presente nei nostri oceani.

Ogni anno peschiamo circa 93 milioni di tonnellate di pesce. Il 90% delle grandi specie marine è già scomparso. 

E tutto questo perché il nostro consumo di pesce è quadruplicato dal 1950 ad oggi.

Sostanze inquinanti e rifiuti

Gli allevamenti intensivi non inquinano solo l’aria, ma anche i terreni, le falde ed i nostri mari.

I milioni di animali ammassati in questi luoghi chiusi producono un’enorme concentrazione di sostanze altamente inquinanti, capaci di avvelenare sia l’ambiente naturale che gli uomini.
Queste sostanze altamente inquinanti andrebbero smaltite secondo speciali protocolli. Tuttavia, nella maggior parte dei casi, vengono semplicemente rilasciate nell’ambiente.

È stato calcolato che un allevamento di mucche da latte con circa 2500 animali produce più rifiuti di una città di 411.000 persone.

L’industria indifendibile: il pianeta chiede aiuto

Stenti a crederci? Me lo auguro, perchè se queste informazioni non ti toccano allora mi preoccupi molto.

La propria casa è l’ambiente dove vivono anche i tuoi figli.

Quale regalo potrebbe essere migliore di regalare loro un ambiente vivo, con il rispetto per i suoi abitanti e quindi anche per noi stessi come ospiti di questo Pianeta, se non di difenderlo dalle insidie del dio potere a scapito di tutti noi?

Adottando un’alimentazione a base vegetale produrrai il 50% di CO2 in meno, utilizzerai 1/13 del petrolio che consumi ora e contribuirai a salvaguardare le nostre foreste pluviali. Il tutto risparmiando migliaia di vite innocenti! ….Senza calcolare l’enorme risparmio di acqua, un bene inestimabile del quale non possiamo fare a meno.

Quindi, buone feste a tutti……e un augurio di cambio di paradigma nella giusta direzione, per un mondo migliore.

Se hai trovato interessante l’articolo, ne puoi condividere altri a questo link:

https://lbcomunicazione.org/index.php/author/maria/

Pubblicità:
.

.
.

.
Pubblicità:
.

.
.

.
Pubblicità:
.

.
.

.
Pubblicità:
.

.
.

.
Pubblicità:
.

.
.

.
Pubblicità:
.

.
.

.
Pubblicità:
.

.
.

.
Pubblicità:
.

.
.

.
Pubblicità:
.

.
.

.
Pubblicità:
.

.
.

.

Diana

Ciao, sono Diana e ti dò il benvenuto come visitatore in questa pagina dove posso scambiare insieme a te idee ed esperienze che sono in continua evoluzione, in continua crescita. Questo è il mio sostanziale desiderio: condividere il proprio intuire, il proprio sentire al di là di un semplice libro, ma attraverso lo studio delle esperienze di vita e degli strumenti che sono a portata di mano di ognuno di noi, come la natura, il cielo, gli occhi di una persona, il sentire del cuore e così via.....Io li chiamo strumenti viventi. Ecco, questo è il mio sentire, questo è il mio vivere. Se ti può interessare visita questo sito: sei il/la benvenuto/a!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

\