141 views

DA CHE PARTE STANNO GLI AMMINISTRATORI PUBBLICI CAMPANI? di Cristina Florenzano

Sharing is caring!

La domanda è sorta spontanea seguendo le vicende di alcuni gruppi di cittadini: i lavoratori del Centro C.M.O. di Torre Annunziata, i Navigator Campani e l’assenza di istituti della partecipazione a Villaricca, Salerno e Sassano. Tutti casi in cui cittadini hanno subito le conseguenze negative di una malamministrazione e si sono rivolte al Difensore Civico della Regione Campania. Tutti casi in cui i Comuni coinvolti o la Regione si schierano dalla parte contrapposta ai cittadini. Nel primo caso, la Regione se ne lava le mani perché non di propria competenza e il Comune non rilascia un’autorizzazione dovuta; con i Navigator ad ostacolare la contrattualizzazione è proprio la Regione; nel terzo caso, la Regione presenta ricorso contro la nomina del commissario ad acta per l’adozione del Regolamento di partecipazione popolare obbligatoria per legge.
Il riconoscimento di legittimi diritti, dunque, incontra resistenze e contrasti da parte degli amministratori pubblici. In particolare, nel caso del Comune di Sassano (SA) il Sindaco e l’Amministrazione comunale, insieme al Presidente della Regione Campania De Luca, hanno chiesto perfino l’annullamento della Delibera del nuovo Regolamento comunale sulla partecipazione.

Tutto questo agire per contrastare un diritto dei cittadini. Questo comportamento ci inquieta e per tale motivazione dobbiamo sostenere con maggiore forza l’azione di democratizzazione, da estendere delle Province campane.

pubblicità:
pubblicità:
pubblicità:

https://www.facebook.com/CivicraziaItaly/

Pubblicità:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

\