184 views

Vaccini e legittima libertà di scelta

Trieste, 30 ottobre 2019, Foto Ulpiano, Tribunale, caso Scantaburlo

Sharing is caring!

In apertura: Trieste, 30 ottobre 2019, Foro Ulpiano, Tribunale, caso Scantamburlo

 

✍✍ Vaccini e legittima libertà di scelta ✍✍ Articolo di Guido Giannetti✍✍ Pozzuolo del Friuli✍✍

 

Trieste, 30 ottobre 2019, Foto Ulpiano, Tribunale, caso Scantaburlo

Trieste, 30 ottobre 2019, Foro Ulpiano, Tribunale, caso Scantamburlo

Trieste, 30 ottobre 2019, foro Ulpiano, Tribunale, caso Scantamburlo…. Sit-in a manifestare la legittima libertà di scelta su vaccinazione, NO all’obbligo di portare a rischio i propri figli sani, tesi ribadite da ben noti scienziati , alcuni dei quali criminalmente radiati da cattedre e/o ordine medico o altre strutture, in nome di una Legge a mio parere, ma non solo, anticostituzionale…. Grazie a chi ha partecipato, ma anche a chi non ha potuto, a chi non ha voluto e a chi…si sposta più in là!

 

 

 

 

 

Le dichiarazioni di Luca Scantamburlo all’uscita del tribunale:

Le dichiarazioni di Luca Scantamburlo all'uscita del tribunale di Trieste.

Posted by Trieste – Notizie e Informazioni on Wednesday, October 30, 2019

 

 

 

 

In questi ultimi tre anni

non puoi non aver sentito parlare almeno una volta di movimenti no vax, free vax e di antivaccinisti in generale. E non puoi non aver sentito dire che i vaccini possono provocare l’autismo, che sarebbero consigliati nonchè necessari degli esami prevaccinali, che si rischia il sovraccarico vaccinale e che sembrerebbe che l’intero sistema serva ad assecondare gli interessi di Big Pharma.

In particolare, questi comitati si sono messi in luce per una serie di proteste contro l’obbligatorietà vaccinale sancita dal decreto Lorenzin, che prevede che ogni bambino tra gli 0 e i 6 anni si sottoponga a dieci tipi di immunizzazioni:  difterite, tetano, poliomielite, epatite B, morbillo, parotite, rosolia, pertosse, Haemophilus B e varicella.

 

Vaccinazione obbligatoria, concetto già stato smentito: l’immunità di gregge

Il termine “immunità di gregge” fu coniato dall’ epidemiologo A.W. Hedrich.
Studiò il morbillo in Baltimora dal 1900 al 1931. Ha teorizzato dalle sue osservazioni che le persone che avevano contratto il morbillo naturalmente, erano naturalmente immuni dal contrarre il morbillo e di conseguenza non lo avrebbero, secondo la teoria della trasmissione delle malattie per via aerea (fasulla) trasmesso ad altre persone non infette, in quanto non più in grado di contrarlo data la loro immunità naturale.
Gli attivisti delle vaccinazioni usano questa teoria, ma è poco compreso che questa teoria non funziona per la vaccinazione, ma solo per le persone che contraggono la malattia in maniera naturale.
Per questo motivo quando si dice che la maggioranza della popolazione debba essere vaccinata per “proteggere” tutti gli altri, anche secondo me è una FALSA CREDENZA. E pare sia una falsa credenza anche la notizia che le persone vaccinate possono in realtà diffondere la malattia diventando particolarmente pericolose per gli immunodepressi; così almeno afferma la medicina ufficiale, anche se è un’altra teoria indimostrata.

(Per approfondimenti, leggi:
Hedrich AW. “Monthly estimates of the child population susceptible to measles,1900-1931, Baltimore, MD. Am J Epidemiol – 1933)

 

Chiaramente parlando di immunità di gregge dobbiamo includere tutta la popolazione e non solo quella in età pediatrica che rappresenta solo il 25-30% della popolazione di una nazione; invece quando gli enti vaccinatori, ministeri della NON salute compresi, parlano di limite minimo del 98% per “ottenere” l’ipotetica “copertura della popolazione”, non prendono in considerazione TUTTA la popolazione esistente nella nazione; quindi potrei dedurre e pensare che i vaccinatori sono dei FALSARI della Verità!

 

Dott. Stefano Montanari, un’ intervista da non perdere

 

Andrew Wakefield, tramite uno studio pubblicato nel 1998 sulla rivista scientifica The Lancet:

<<Sì, sto parlando dell’affermazione che i vaccini provochino l’autismo>>. In breve, Wakefield dichiarò di aver scoperto attraverso le sue ricerche che circa due terzi dei bambini ai quali era stato iniettato un tetravalente contro morbillo, rosolia e parotite, sviluppavano i sintomi afferenti ai disturbi dello spettro autistico nel giro di soli 14 giorni. Una notizia che, come potrai immaginare, scosse l’opinione pubblica e il mondo scientifico.

 

Movimenti antivaccinista

In Italia, il movimento antivaccinista si compone di comitati no vax e free vax.

Ne fanno parte anche il Comilva (Coordinamento del Movimento Italiano per la Libertà delle Vaccinazioni)
che vede attivi anche alcuni ex medici, fra i quali Dario Miedico e Roberto Gava, entrambi radiati dall’Ordine. I due sono stati tra i primi firmatari di una lettera inviata a Walter Ricciardi, allora presidente dell’Istituto superiore di sanità, nella quale affermavano che i bambini non vaccinati erano più sani rispetto ai coetanei immunizzati attraverso i farmaci.

 

pubblicità:
pubblicità:
pubblicità:
pubblicità:

 

Nel 2001 si è costituito il Condav (Comitato nazionale per i danneggiati da vaccino), “per aiutare e supportare tutti coloro che hanno subito, o sospettano di aver subito, reazioni avverse alle vaccinazioni”.

 

 

 

 

Queste organizzazioni pare ritengano che i vaccini possano avere effetti collaterali anche molto pericolosi. Tra questi, come ti dicevo prima, lo sviluppo dell’autismo, del disturbo da deficit dell’attenzione, la sindrome da morte improvvisa del lattante, di diverse forme di patologie autoimmuni e di disabilità.

Parrebbe anche che in seguito a questo tipo di vaccinazioni, un bambino sarebbe più propenso a sviluppare allergie e ad ammalarsi, in quanto il suo sistema immunitario non sarebbe stato educato a reagire alle minacce esterne.

I free vax hanno invece una storia più recente, poiché nascono per reazione all’imposizione dei 10 vaccini obbligatori previsti dal decreto dell’ex ministro della Sanità Beatrice Lorenzin.
Tra i free vax ci sono ad esempio:

il ClivaComitato per la libertà di scelta vaccinale

 

 

 

Liberi dall’obbligo vaccinale

 

e i Lov – Liberi dall’obbligo vaccinale.

 

 

 

Queste organizzazioni sostengono, per chi optasse di vaccinarsi, la necessità di effettuare esami prevaccinali per assicurarsi che il soggetto non manifesti reazioni avverse al farmaco e di una maggiore informazione sul tema.
Ma soprattutto, chiedono che la scelta venga rimessa nelle mani dei genitori; mentre ora si potrebbe pensare che lo Stato stia facendo gli interessi delle case farmaceutiche, riunite sotto il nome di Big Pharma, che mirano a guadagnare tramite l’aumento della produzione di vaccini.

 

In Italia c’è un’intera regione che potremmo definire no vax: l’Alto Adige

A Bolzano, infatti, si trova la quota più bassa di bambini vaccinati e la Provincia autonoma è all’ultimo posto per quanto riguarda la prevenzione contro morbillo, parotite, epatite B e tetano.
La comunità tedesca e no vax aveva addirittura dichiarato di voler chiedere cittadinanza all’Austria, dopo l’approvazione del decreto Lorenzin. A febbraio 2018 sono state raccolte più di 15mila firme per promuovere un disegno di legge di iniziativa popolare in favore della libertà vaccinale.

Mentre dal fronte dei comitati, arriva a giugno 2018 la proposta di legge di iniziativa popolare contro l’obbligo vaccinale e in favore della libertà di scelta.

Una posizione personale di chi scrive è seguire le numerose tracce che la comunicazione oggi consente.
Rimanendo cioè legati al messaggio che i GRANDI MAESTRI, pilastri spirituali d’ogni tempo, hanno già indicato; vi sono dei riferimenti raggiungibili da tutti seguendo la bibliografia che ti riporto qui di seguito, anche se soltanto una minima parte.

Non dimentichiamo che l’accesso anche a pochi punti in modo approfondito possa essere più proficuo di una vaga superficialità, superiore per numero di fonti, ma non per contenuto…

 

Bibliografia letteraria, autori:

THORWALD DETHLEFSEN, CLAUDIO TRUPIANO, ANNE GIVAUDAN, CLAUDIA RAINVILLE, RUDOLF STEINER, RYKE GEERD HAMER, MAX GERSON, BRUCE LIPTON, IVAN ILLICH ed altri…..

 

Bibliografia cinematografica:

DOCTOR STRANGE (Scott Derrickson), AL DI LÀ DEI SOGNI (Vincent Ward ), LUCY (Luc Besson), L’OLIO DI LORENZO (con Nick Nolte) et cetera….

 

Particolare menzione meritano le Opere cinematografiche svolte da Ambra Fedrigo : Il film A Morte si è aggiudicato a Udine lo Scatto d’ Oro della decima edizione del Festival Internazionale del Cortometraggio, organizzato dalla Confraternita del Tiratardi e presentato dal direttore artistico della manifestazione, il giornalista Gianpaolo Polesini. Il riconoscimento è andato a quella che è stata definita “un inno alla vita“. La regista si è aggiudicata anche la coppa per la miglior regia, 13 NOVEMBRE 2005.

Opere sul tema freevax:
Il ragionevole dubbio”; “Una popolazione fuori dal gregge” dove a livello documentario riporta testimonianze internazionali titolate ed attive di elevato valore.

Guido Giannetti

Pubblicità:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

\