226 views

No vax? No, Sicur vax!!!

Sharing is caring!

 

Vaccini: argomento controverso

Oggi i vaccini sono divenuti un argomento molto controverso, sul quale molto è  stato detto, ma molto altro c’è  da dire.  Ogni genitore, ogni nonno è  coinvolto in questo dibattito in quanto si tratta della salute e sicurezza dei propri figli e nipoti,

È  chiaro, quindi che porterò  l’attenzione  in queste righe, ai vaccini per l’infanzia, anche se in questo periodo di emergenza sanitaria, l’argomento “vaccinazioni di massa” é  diventato incandescente e interessa ognuno di noi ad ogni età.

È generalmente riconosciuta l’importanza che i vaccini hanno avuto negli anni, al fine di debellare o rendere molto rare, gravi malattie che affliggevano il genere umano.         Ma non c’è  dubbio che fino agli anni 80 i vaccini pediatrici si somministravano prudentemente uno alla volta;, ed era così  possibile monitorare le reazioni ad ognuno di essi!

Prendiamoci cura e proteggiamo le generazioni future!

Il sistema immunitario di un neonato non é  ancora pienamente sviluppato e si fortificherà con la crescita, insieme a tutto l’organismo. Rimango allibita da quanta attenzione  molti pediatri mettano nell’introduzione dei vari alimenti nello svezzamento, allertando le mamme sulla possibilità  di reazioni allergiche, seppur trattasi di alimenti e paradossalmente con quanta leggerezza consigliano vivamente tutti i vaccini , che siano  essi  “esa” o  “tri- valenti”, pur essendo  vere e proprie bombe per il sistema immunitario!

A pensar male o forse solo a cercare la verità, ci chiediamo: agiscono cosi perché sono sicuri di essere nel giusto o perché  non osano mettersi contro il sistema? E ancora:  percepiscono compensi se un’alta percentuale dei loro assistiti si vaccina?  Se ci facciamo le domande troveremo anche le risposte!

I nostri bambini sono il futuro della terra e sono stati affidati a noi!                                    Tutti, a cominciare dalle istituzioni, dovrebbero vigilare e proteggere la incolumità dei bambini. Ci si aspetta dallo Stato tanta attenzione su questo fronte, ma si rimane delusi allorché  vediamo aumentare continuamente pratiche vaccinali, in maniera indiscriminata. Ogni malattia, sia essa virale, batterica, esantematica è  diventata un mostro da combattere con i vaccini! Assistiamo a campagne pubblicitarie a dir poco martellanti sulla necessità  delle vaccinazioni, subiamo nuovi obblighi per la popolazione pediatrica.

Obblighi vaccinali: strategia perdente

Sono trascorsi circa tre anni dall’entrata in vigore del decreto Lorenzin che ha più che duplicato le vaccinazioni obbligatorie.  L’introduzione di sanzioni economiche e sospensioni scolastiche, ha innescato dibattiti e scatenato conflitti sia tra cittadini e istituzioni, sia all’interno di un’opinione pubblica divisa tra i sostenitori di una «scienza globale” e i genitori che si interrogano sulla        effettiva sicurezza delle sostanze che vengono  iniettate ai propri figli.  

                                                                                               

Le sospensioni scolastiche dalle scuole d’infanzia, in certi casi di dubbia legittimità, hanno prodotto emarginazione e disagio nelle famiglie che non intendono vaccinare, il cui numero sembra essere tutt’altro che marginale. Proiettando i dati diffusi da alcune regioni, i minori tra 0 e 16 anni non in regola con il calendario vaccinale potrebbero ammontare a 1.2 milioni di unità: il 13% della popolazione pediatrica interessata.

 

Un’indagine condotta per Eurobarometro nel giugno 2018 – 12 mesi dopo l’entrata in vigore del decreto – evidenziava che nel nostro Paese la fiducia nei vaccini era mediamente cresciuta rispetto al 2015-2016. Allora, per l’85,3% dei nostri connazionali i vaccini erano «sicuri».  Ma oggi, a meno di un anno di distanza (marzo 2019), ecco la sorpresa: secondo l’ultimo focus Eurobarometro il 32% degli italiani riterrebbe che «i vaccini sovraccaricano e indeboliscono il sistema immunitario» e, addirittura, quasi la metà (46%) che «i vaccini possono spesso produrre gravi effetti collaterali».

Il risultato è preoccupante. Se confermato, significherebbe che nel nostro Paese ogni punto percentuale recuperato di adesione alle vaccinazioni è «costato» diversi punti di fiducia!  O che oggi 4 genitori su 10 temono eventi avversi e frequenti quando fanno vaccinare i propri figli. Questo brusco cambio di attitudine rappresenta una sconfitta innanzitutto per chi si era proposto di aumentare la propensione alle vaccinazioni con imponenti campagne di comunicazione a livello globale.

Genitori responsabili desiderano vaccini sicuri!

Coloro che rifiutano di vaccinare i loro bambini, sono stati etichettati con il termine di ” No-vax“! Questo termine ha assunto un significato dispregiativo ed è  stato utilizzato per identificare dei genitori rresponsabili, dei mostri che non vogliono il bene dei loro figli e che soprattutto attentano, con il loro rifiuto, alla salute di tutti gli altri! Ma come si può  pensare che questo sia vero! Quale genitore vuole il male per il proprio bambino? Ma soprattutto come si fa ad attentare alla salute dei bambini vaccinati se, appunto sono protetti dal vaccino? E ancora, come si può  pensare che lo Stato si preoccupi più  di un genitore della salute dei bambini? La verità è solo una:  ci sono genitori che non sono contrari ai vaccini, ma vogliono, pretendono vaccini sicuri per i loro figli, essendo nel pieno diritto dell’essere umano scegliere il modo di curarsi ed avere la certezza che le cure ricevute non abbiano effetti collaterali gravi! 

Ecco perché la stragrande mggioranza dei genitori che non vaccinano  non sono contrari ai vaccini, ma vorrebbero vaccini sicuri, che vengano somministrati uno alla volta e in caso di bisogno, magari eseguendo anche degli esami anticorpali per sapere se il bambino e immunizzato o meno. Per cui non parlerei, generalizzando, di “no vax”, ma di “Sicur-vax”

http://www.informasalus.it/it/articoli/studi-anticorporali-protocolli-vaccinali.php

Sono reperibili in rete circa 50 studi che hanno dimostrato la tossicità  dei vaccini!

SCIENZIATI DI YALE SCOPRONO FORTE ASSOCIAZIONE FRA VACCINAZIONI E ANORESSIA, DISTURBO OSSESSIVO COMPULSIVO (DOC) E DISTURBI D’ANSIA                                                                 gennaio 2017, Douglas L. Leslie, Robert A. Kobre, Brian J. Richmand

SCIENZIATI ITALIANI SCOPRONO CONTAMINANTI NON PREVISTI IN TUTTI I VACCINI PEDIATRICI, FRA I QUALI PIOMBO, ACCIAIO INOX, TUNGSTENO, FERRO, E CROMO
International Journal of Vaccines and Vaccination, Gennaio 2017, Dr. Antonietta M. Gatti, Stefano Montanari

SCIENZIATI ITALIANI E ISRAELIANI SEGNALANO CHE GLI ADIUVANTI VACCINALI (ALLUMINIO) STANNO CAUSANDO UN’AMPIA GAMMA DI MALATTIE AUTOIMMUNI, FRA CUI LA SINDROME DI SJOGREN
MAJ VOL 18, March-April 2016, Serena Colafrancesco, Carlo Perricone, Yehuda Shoenfeld

BAMBINI CHE RICEVONO VACCINI MULTIPLI IN UNA VOLTA SOLA HANNO TASSI DI OSPEDALIZZAZIONE E DI MORTALITÀ MOLTO PIÙ ELEVATI DEI BAMBINI CHE RICEVONO MENO VACCINI SIMULTANEAMENTE
Journal of American Physicians and Surgeons, Estate 2016, Neil Z. Miller

http://www.informasalus.it/it/articoli/vaccini-sicuri-studi-trump.php

Vaccini sicuri si può! 

    Davvero non possiamo rendere i vaccini più sicuri?
“Forse alla fine scopriremo perché il Fondo per il risarcimento dei danni da vaccino ha pagato oltre 3 miliardi di dollari per danni causati dai vaccini mentre allo stesso tempo si sostiene che i vaccini non causino danni…”
Deputato del Congresso Bill Posey, membro della camera dei rappresentanti per lo Stato della Florida

È  vitale per la nostra società unire gli sforzi per contrastare una certa deriva autoritaria  che si concretizza , nel cercare di silenziare la società  civile, di contrastare le attività  di controinformazione. La ricerca e la scienza non dovrebbero avanzare una pretesa in materia di salute  che si ponga in contrasto con la libertà  e la garanzia dei diritti dell’uomo.

L’obbligo vaccinale è una imposizione che contrasta con il  valore non negoziabile del rispetto dell’integrità fisica e della volontà  di ogni singolo individuo

In attesa di studi ufficiali  sui vaccini, eseguiti dalla SCIENZA UFFICIALE,  accessibili a tutti, e di iniziative volte a rendere più  sicuri i vaccini, ogni genitore deve reclamare la “libertà  di scelta”. Vaccinare il proprio bambino deve essere una scelta fatta in totale sicurezza, senza ansie e paure, nella consapevolezza di fare il bene del proprio figlio! Oggi non è  così!

 

Luciana Panone

 

 

Pubblicità:
.

.
.

.
Pubblicità:
.

.
.

.
Pubblicità:
.

.
.

.
Pubblicità:
.

.
.

.
Pubblicità:
.

.
.

.
Pubblicità:
.

.
.

.
Pubblicità:
.

.
.

.
Pubblicità:
.

.
.

.
Pubblicità:
.

.
.

.
Pubblicità:
.

.
.

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

\