261 views

La Grande Rottura Dell’Amore…

Sharing is caring!

 

Dimenticare, fingere di non sapere, di non sentire, così che l’uomo si innalzò su un falso piedistallo più vicino a Dio e la donna fu messa in un falso fango più lontana da Dio.”

Di Maria Diana

La grande rottura dell’Amore…

La grande rottura dell’Amore parte proprio da qui, dal voler fare la differenza, dal voler elevarsi al di sopra di chiunque, dal voler essere un dio in terra, ma un dio pieno di Ego e veramente scarso di Conoscenza e di Umiltà, quindi anche di Amore.

Si tende a vivere un’esistenza scarsa di valori reali, condita di credenze riportate dai nostri avi ma che vengono a mano a mano modificate in base alle nostre stesse esperienze e al risveglio che potrebbe scaturire nella nostra vita, se glielo permettiamo.

Il coraggio di cambiare…

Troppe volte si lascia andare questo possibile coraggio di cambiare, di dirigersi in un cammino ancora sconosciuto proprio perché l’insicurezza innescata da molti fattori, prende spesso il sopravvento e ci si ritrova a dover fare i conti con il proprio sentire condito di ego e di paure.

In certe situazioni è facile desiderare di avere il controllo della situazione, perché ci rende maggiormente sicuri, apparentemente stabili, a scapito però delle vittime di turno.

Voler avere il controllo comporta spesso sentirsi al di sopra, come dei, come chi la sa più lunga.

La comprensione del Tantra…

Il Tantra, che alcune volte viene visto in modo anomalo, ha lo scopo di riprendere quel senso di unità, di uguaglianza, di unione degli opposti, maschile e femminile, con un atteggiamento e una coscienza che riconosce il rispetto supremo, l’amore, la divinità nell’altro/a e verso l’altro/a.

Tutto ciò in reciprocità.

La sessualità tantrica è l’origine della vita. 

Ogni essere attraverso il sesso onorava la sua origine, la vita, il suo destino, la crescita e l’evoluzione non soltanto fisica ma anche spirituale.

La sessualità anomala…

Vi siete mai chiesti come mai la sessualità, oggi, viene vissuta in modo perverso e di sfogo?

Vi siete mai chiesti perché molte religioni la sopprimono?

Lo sapete che nello  sopprimerla si rischia di non comprenderla e di viverla male, soffocandone i valori reali e facendo uscire l’aspetto perverso che nutre i chakra inferiori?

Quando un essere umano si riattiva nei chakra superiori, certi esseri dell’oscurità si allontanano da lui proprio perché non ne trovano nutrimento.

Essi hanno tutto l’interesse a rendere l’umanità schiava di una sessualità perversa, portandola ad essere il loro nutrimento.

Vivere nell’oscurità…

Se oggi viviamo nelle guerre, nella violenza, nell’oscurità, è proprio dovuto ad una sessualità vissuta male, degenerata.

Questa fu la grande rottura dell’amore, quando siamo stati messi gli uni contro gli altri e inferiori rispetto a dio.  Tutta la figura sacra femminile fu condannata come stregoneria, paganesimo, impurità e il prezzo da pagare era la morte.

Con questa separazione iniziò la degenerazione umana, poiché smise di esistere il DATORE – RECETTORE dell’energia maschile – femminile, che cominciò a divenire il DOMINATORE – DOMINATO. 

L’origine dimenticata…

Siamo una razza fatta di paura, di minacce e di disconnessione, ci siamo dimenticati la nostra origine divina, abbiamo dimenticato che ci sono padre e madre celesti, e per questo crediamo e agiamo uno davanti all’altro con quest’impulso malato di sottomettitori e sottomessi, che si riflette in tutto.

Dato che tutto è energia sessuale, qualsiasi sia il legame che abbiamo, c’è sempre un impulso di donatore-ricevente, ma all’essere disconnessi dal cuore e impiantati nel potere, ci mettiamo in posizioni che soltanto danneggiano e denigrano le persone e il sesso.

Niente si può esprimere, creare o esistere senza quest’energia sessuale. 

Il risveglio del cuore…

Però, affinché queste manifestazioni dell’energia sessuale possano essere creazioni sane e belle, è necessario che vengano allineate dal cuore. 

E per risvegliare il cuore, serve aprire gli occhi e guardare davanti, e trovare questo spazio di fronte a noi che è occupato da un altro/a, guardare quest’altro/a negli occhi e riconoscere nei suoi occhi la divinità e vedermi riflesso/a nei suoi occhi e vedere la divinità in me.

L’incontro di uomini e donne partendo dal cuore, cambierà l’ordine involutivo in cui si trova l’umanità e ritornerà un ordine evolutivo e di ascensione. 

Il sesso con amore e per amore, è l’ingresso in questo corpo e l’uscita da esso.

(Preso alcuni spunti dalle riflessioni di Sajeeva Hurtado)

Per altri articoli di Pittrice di parole, clicca QUI

Pubblicità:
.

.
.

.
Pubblicità:
.

.
.

.
Pubblicità:
.

.
.

.
Pubblicità:
.

.
.

.
Pubblicità:
.

.
.

.
Pubblicità:
.

.
.

.
Pubblicità:
.

.
.

.
Pubblicità:
.

.
.

.
Pubblicità:
.

.
.

.
Pubblicità:
.

.
.

.

Diana

Ciao, sono Diana e ti dò il benvenuto come visitatore in questa pagina dove posso scambiare insieme a te idee ed esperienze che sono in continua evoluzione, in continua crescita. Questo è il mio sostanziale desiderio: condividere il proprio intuire, il proprio sentire al di là di un semplice libro, ma attraverso lo studio delle esperienze di vita e degli strumenti che sono a portata di mano di ognuno di noi, come la natura, il cielo, gli occhi di una persona, il sentire del cuore e così via.....Io li chiamo strumenti viventi. Ecco, questo è il mio sentire, questo è il mio vivere. Se ti può interessare visita questo sito: sei il/la benvenuto/a!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

\