439 views

Il Roseto di Santa Giustina… tutto da scoprire

Il Roseto di Santa Giustina

Sharing is caring!

Rubrica di Isabella Fiore

Il Roseto di Santa Giustina

Non tutti i padovani conoscono il Roseto di Santa Giustina, questo angolo segreto della città creato nel 2008. Un sentiero dedicato alle rose che si trova vicino a Prato della Valle, in alto sul massiccio torrione delle mura difensive, chiamato Bastione di Santa Giustina perché si trova vicino a questa basilica. Non è considerato uno dei più bei roseti d’Italia, ma la sua posizione lo rende interessante.

Pausa fra le rose…

Nelle giornate in cui è aperto, a partire da maggio, passando da queste parti, possiamo accogliere l’invito di questo luogo a fermarci per fare una pausa. Su per il sentiero, ci lasciamo alle spalle la strada e da questa posizione sopraelevata si intravede la cupola della basilica e i rumori del traffico sono più distanti.

Osservando le numerose varietà di colori e profumi ci scopriamo più sereni.

La nostra Padova

Padova è famosa per essere la città del “Santo senza nome, del Caffè senza porte e del Prato senza erba”, ce la farà un giorno a essere anche pulita senza smog? “Una società cresce e diventa grande quando gli anziani piantano alberi alla cui ombra sanno che non si potranno mai sedere”, dice un proverbio greco.

pubblicità:
pubblicità:
pubblicità:
pubblicità:
pubblicità:

Il roseto di Santa Giustina

Il Roseto di Santa Giustina

Il Roseto è stato concepito con una funzione didattica in un percorso organizzato per sezioni:

  • lo spazio sensoriale (vista, tatto, odorato, gusto);
  • il percorso della storia della rosa con i principali passaggi nell’evoluzione delle rose antiche e moderne;
  • il percorso delle 10 rose più importanti nella classifica americana;
  • il percorso delle rose dedicate ai personaggi famosi vissuti nel Veneto (Rosa di Sant’Antonio, Rosa Beatrice d’Este, e altro ancora).

Alcuni aforismi famosi sulla rosa

“La vita è una rosa dove ogni petalo è un’illusione e ogni spina una realtà” (Alfred de Musset). “L’ottimista vede la rosa e non le spine; il pessimista si fissa sulle spine, dimentico della rosa” (Kahlil Gibran).

 

 

Gli articoli di Isabella Fiore: clicca QUI

Pubblicità:

Isabella Fiore

"La bellezza è dovunque, basta dedicare tempo alla ricerca e la si può scorgere anche dove sembrava impossibile." Isabella Fiore

Una risposta

  1. Davide Destro ha detto:

    Grazie grazie grazie Isabella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

\